Tu sei qui: Home / Tecnica e Progetti / Ripetitori e Echolink / RU16 Monfestino

RU16 Monfestino

IR4UBX

IMG_0475.JPGIR4UBX e' il primo nodo evoluto della rete di ripetitori curata da ARI Modena. Si compone di 3 porte di accesso + Echolink normalmente interconnesse tra loro:

  • Una porta duplex costituita dal ripetitore RU16, attivo dal 2012 a 431.225 MHz, shift +1600, subtono 77 Hz
  • Una porta simplex a 50.700 MHz
  • Una porta simplex a 1297,825 MHz

 

IR4ABX e' posizionato sulle prime colline modenesi, a circa 900 metri di altitudine, a picco sulla pianura padana, copre ampiamente tutta la componente pianeggiante della Provincia di Modena, e in maniera soddifsfacente i comuni montani di Pavullo, Serramazzoni, Lama Mocogno. Con segnali piu' modesti, serve anche parte della Provincia di Reggio Emilia, Bologna e Cromona/Mantova/Verona/Rovigo/Ferrara.

Azioni sul documento

Dati di Accesso

IR4UBX70cm6m23cm Echolink

 

Frequenza

RU16 - 431.225 MHz

+1600 subtono 77 Hz

50.700 MHz

simplex

1297,825 MHz

simplex

IQ4AX-L

Nodo 230103

Antenna 4 dipoli UHF Dipolo Collinare -
Potenza 10W ERP 1,5W ERP 10W ERP -
Tono di cortesia Beep (880 Hz) Boop (440 Hz) Beep acuto (2450 Hz) CW "EL"

 

 

Vedi i migliori DX effettuati su RU16 e prova a battere il record!

Azioni sul documento

La storia

La nostra Associazione ha gia' avuto, in passato, un ripetitore UHF. Installato nella stessa location cittadina dell'R7a IR4G e operante a 433.250 MHz, fu dismesso a cavallo del 2000 quando fu colpito da un fulmine. L'idea di installare nuovamente un ripetitore UHF ad ampio raggio sulla nostra Provincia era da tempo discussa, con lo scopo primario di poter raggiungere facilmente i soci dell'Appennino. I primi passi concreti in questa direzione iniziarono a fine 2011, mediante prove di copertura, simulazioni, occulata scelta della frequenza per non disturbare altri servizi, nonche' il disbrigo delle autorizzazioni ministeriali e locali.

Poi arrivo' il terremoto di Maggio 2012 a portare una grande distrazione ma anche nuove necessita': coprire completamente la pianura della nostra Provincia in modo da poter disporre di uno strumento di comunicazione facile e sicuro in caso di emergenza in queste zone.

Le prime fasi tecniche e di installazione sono state completate a Dicembre 2012. Sono previste fasi di ottimizzazione e test per ulteriori 6 mesi.

L'RU16 rappresenta un ottimo punto di aggregazione per i Radioamatori di Modena e zone limitrofe, che ne testano l'efficenza e la copertura ogni giorno per diverse ore al giorno, svolgendo indirettamente un compito fondamentale in ambito Radioemergenze.

Azioni sul documento

Azioni sul documento